Latest Blog Posts

Smart Working

16 maggio 2016 / paolo / Privacy, Sicurezza

Conciliare, innovare e competere. Sono questi i tre diversi obiettivi, apparentemente antitetici, dello Smart Working che si configura come un nuovo approccio all’organizzazione aziendale, in cui le esigenze individuali del lavoratore si contemperano, in maniera complementare, con quelle dell’impresa.

In ulaptop-1205256_640n disegno di legge collegato alla Legge di Stabilità 2016 il governo ha proposto lo “Smart Working”, termine mutuato dall’inglese (o Lavoro Agile)  che manda in pensione il telelavoro già molto utilizzato dalle aziende.

A differenza del telelavoro che prefigurava di fatto un semplice “spostamento” della attività lavorativa dall’ufficio a casa mantenendo inalterati i vincoli di orario e di posizione, lo Smart Working prevede un approccio diverso in termini di flessibilità di orario e di posto.

Si passa infatti dalla flessibilità nella prestazione lavorativa di tipo orario oppure di tipo spaziale, fino a forme di welfare aziendale per facilitare i lavoratori genitori o impegnati in forme di assistenza parentale.

Lo smart working implica un nuovo modello di organizzazione del lavoro, in cui sono fondamentali questi tre elementi:

  • Risorse umane. È necessaria una nuova ottica da parte del personale che deve essere pronto a rivedere il proprio ruolo in un’ottica di flessibilità e disponibile a creare maggiori sinergie con il management.
  • Le modalità di lavoro sono “agili” e tecnologicamente avanzate e l’accesso ai dati aziendali deve essere possibile da remoto, consentendo forme di lavoro più efficienti e altamente personalizzate.
  • Monitoraggio costante. È indispensabile un’analisi dei risultati del lavoro per valutare l’efficienza del personale a seguito dell’introduzione del nuovo modello organizzativo del lavoro.

In questa nuova tipologia il lavoratore può lavorare presso l’azienda, senza per questo avere una postazione dedicata, o presso altro domicilio indifferentemente

Ovviamente il lavoro agile ha impatti anche su Privacy e Sicurezza sul lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *